INAR-WBM MACCHINA PER CONNETTORI INAR-IDC RAST

Le macchine semiautomatiche della famiglia INAR-WBM consentono di processare i connettori Inarca INAR-IDC RAST per la produzione di cablaggi a spostamento di isolante.

Le macchine INAR-WBM sono macchine ad alto contenuto tecnologico, che hanno come caratteristiche peculiari un’elevata flessibilità di lavoro e un’alta velocità di produzione.

CARATTERISTICHE TECNICHE

- Tipologie di connettori processabili:

INAR-IDC RAST 2,5 da 3 a 20 vie
INAR-IDC RAST 2,5 Energy da 2 a 12 vie
INAR-IDC RAST 5 TC da 2 a 10 vie
INAR-IDC RAST 5 PCB da 2 a 12 vie

- Moduli ottenibili: tutte le tipologie. Normale, loop, incrociato, parallelo.

- Lunghezza minima del cavo processabile: 30mm per connessioni normali, 80mm per connessioni loop.

- Diametro del filo processabile: sezione da 0.22 a 1,5 mm².

- Capacità massima di carico: 20 vie alla volta.

- Caratteristiche programmabili:

Sequenza di connessione (salti via).
Sequenza di polarizzazione (taglio polarizzatori).
Chiusura coperchio connettore.

- Tensione di alimentazione: 220 V (frequenza 50 HZ).

- Pressione pneumatica di alimentazione: 6 bar.

- Possibilità di programmazione da pannello operatore o da un PC esterno (in quest’ultimo caso viene fornito il programma di gestione).

- Possibilità di poter processare un connettore singolo inserito dall’esterno (in caso sia necessario effettuare una lavorazione per ripresa).


STAZIONI DI LAVORO

a) Stazione di carico connettori: dove vengono posizionati i connettori da processare.

b) Stazione di avanzamento della catena dei connettori: è un dispositivo che permette l’avanzamento a passo dei connettori, in modo di poter processare connettori di numero di vie diverse.

c) Stazione di singolarizzazione: è la zona dove i connettori vengono separati dalla catena di alimentazione.

d) Zona di inserimento: è la zona dove vengono inseriti i cavi nel connettore. L’operatore inserisce il cavo in una dima di centraggio, provvista di un dispositivo di antisfilamento del filo, e fino al raggiungimento della posizione ottimale. A questo punto la testina di piantaggio parte automaticamente ed inserisce il cavo nella via. Una volta inserito il cavo il connettore trasla portando in lavorazione la successiva via vuota oppure, se il cablaggio è terminato, portando il connettore nella stazione successiva.

e) Zona di chiusura coperchio: è la zona dove vengono chiusi i coperchi dei connettori. Programmando opportunamente la macchina, tale dispositivo può essere escluso.

f) Zona di polarizzazione: è la zona dove vengono tagliati i dentini di polarizzazione. Fisicamente tale spazio coincide con quello della chiusura dei coperchi. La sequenza di taglio può essere programmata dall’operatore e avviene in contemporanea con l’inserimento dei cavi nel connettore seguente (che si trova nella stazione di inserimento). Finita la lavorazione il connettore viene portato nella posizione di scarico.

g) Zona di scarico: è una zona di parcheggio da cui l’operatore può prelevare i cablaggi finiti.

SalvaSalva